Patenti speciali per disabili

Patenti speciali per disabili

PDFStampaE-mail
 
Patenti speciali per disabili
        I mutilati e i minorati fisici possono ottenere le patenti speciali delle categorie A, B, C, D, che abilitano a condurre gli stessi veicoli delle corrispondenti categorie, anche se trainanti un rimorchio leggero (ossia avente massa complessiva a pieno carico fino a 750 kg). Sono previste alcune limitazioni per le categorie C e D:
C speciale: limite di massa di 11,5 t,
D speciale: limite massimo di 16 posti escluso il conducente (v. art. 329 regolamento CDS).
        Le relative limitazioni devono essere indicate sulle patenti speciali con la precisazione, ove ricorra il caso, di protesi prescritte, adattamenti del veicolo e particolare disposizione dei comandi.
        I titolari di patente di categoria B, C e D speciale:
possono conseguire il certificato di abilitazione professionale per la guida di:
-
autovetture,
-
tricicli,
-
quadricicli,
        in servizio di piazza (taxi) o di noleggio con conducente per trasporto di persone. A tal fine essi dovranno ottenere una specifica certificazione rilasciata dalla commissione medica locale;
non possono invece guidare (anche in assenza di espresso divieto sul documento):
-
altri veicoli in servizio di piazza o di noleggio con conducente per trasporto persone o in servizio di linea,
-
autoambulanze,
-
veicoli adibiti al trasporto di merci pericolose.
        Si applicano le sanzioni dell’art. 173 CDS per chi guida senza apparecchi o protesi, se prescritti, e/o dell’art. 125 per chi guida veicoli privi dei prescritti adattamenti. In altra parte l’elenco dei codici utilizzati nelle patenti formato card.